Come nasce “Donne & Artigianato”?

Molte cose meravigliose nascono da un’idea, un desiderio, un sogno…

E’ la tarda estate del 2008. Nel cortile di Via Ghedini 19 chiacchiero con una donna, madre di due splendidi bambini, che risiede lì.

L’idea è quella di promuovere la nascita di un gruppo di donne che si incontri abitualmente in Casa Ghedini per “fare insieme” qualcosa.

-Che cosa ti piacerebbe fare?” -“Decoupage! Pensa, c’è una mia amica, che fa le pulizie in questi cortili, che è  bravissima nel fare decoupage! Io le dico sempre che deve insegnarmi questa tecnica!” -“Perché non proviamo a  proporglielo?

Fu così che, a breve, un’entusiasta ed inesauribile Marisa si ritrovò in Casa Ghedini ad insegnare decoupage ad un gruppo di donne del quartiere!

Marisa, a più di tre anni da allora, è ancora lì! Da tre anni un gruppo di donne si incontra settimanalmente in Casa Ghedini, tra mille vicessitudini, esperienze condivise, riassetti organizzativi. Scorrendo i volti di ognuna di loro, riconosco lo “zoccolo duro”, quelle che, timidamente prima e con crescente entusiasmo e coinvolgimento poi, “ci sono” fin dall’esordio del gruppo. Altre sono “passate”, solo per un certo periodo di tempo, lasciando anche la loro traccia. Nuove energie si sono infine aggregate, prima incuriosite, poi contagiate dallo spirito gioioso e creativo che aleggia all’interno del laboratorio di decoupage.

Con orgoglio (non velato) posso affermare che è stato senza dubbio raggiunto l’obiettivo di favorire momenti d’incontro e socializzazione tra le donne del territorio, in cui dare spazio alla creatività e alla manualità, alla condivisione gioiosa, all’aiuto e all’ascolto reciproco (tra questi momenti si devono annoverare le ormai consuete cene tematiche: panzerotti, bagna cauda, fungata, polentata…). Nel gruppo, ciascuna donna ha espresso peculiari attitudini ed interessi ed ha valorizzato capacità e competenze, attraverso il gruppo le donne hanno creato o consolidato reti amicali e solidali, grazie al gruppo si stanno sperimentando in percorsi di autogestione collettiva all’interno di un contesto strutturato.

L’evoluzione:

Per la loro costante presenza e per la tendenza all’apertura all’Altro e al nuovo che le caratterizza, le donne sono diventate un importante punto di riferimento per gli abitanti e per le associazioni che operano sul territorio e partecipano attivamente alle altre attività o manifestazioni organizzate in Casa Ghedini e, più in generale, nel quartiere.

Il gruppo sta proseguendo un percorso importante, composto da interrogativi identitari e ipotesi progettuali riguardanti l’attività futura. Per ciò che concerne il primo punto, l’interesse e l’operosità delle donne si sono spontaneamente ampliati, comprendendo oltre al decoupage, anche il riciclo creativo ed il  restauro (da ciò l’individuazione della denominazione “Donne & Artigianato”). Rispetto al secondo aspetto, il gruppo è stato accompagnato (e l’intenzione dell’associazione è quella di sostenerla anche in futuro) verso una sempre maggiore autonomia (attraverso la suddivisione di compiti e responsabilità tra le componenti del gruppo, dotazione di un regolamento interno, assemblee, ricerca di forme di autofinanziamento) e si sta ancora rodando in vista di un’eventuale passaggio da gruppo informale a  gruppo “costituito”. Donne & Futuro ha cercato di accompagnare le donne anche nell’elaborazione delle criticità e dei conflitti inevitabilmente emersi in un processo così importante e  complesso quale quello della costituzione di un gruppo che vuole condividere conoscenze, aspirazioni e modalità operative.

Nel tempo il gruppo ha anche condiviso desideri e bisogni, aspettative e paure verso il presente ed il futuro. Uno dei sogni e degli obiettivi del gruppo è quello di far proseguire questa esperienza nata “dal basso”, specializzandosi sempre di più in questa dimensione del saper fare, che mira ad approfondire conoscenze e tecniche artigianali, e a diffondere quindi capacità e competenze nel territorio, condividendole  tra le generazioni e le culture.

Donne & Futuro ritiene che la delicata fase nell’importante esperienza di protagonismo e di partecipazione attiva di queste donne sia tuttora da supportare, valorizzare ed espandere, anche nel senso di riuscire a coinvolgere nell’attività del gruppo altre donne, soprattutto quelle più giovani che spesso hanno serie difficoltà a conciliare il tempo libero con gli  impegni familiari, lavorativi e/o di studio.

Che cos’è il CONTRATTO DI QUARTIERE DI VIA GHEDINI? I contratti di quartiere sono strumenti innovativi di intervento finalizzati al recupero di quartieri segnati da diffuso degrado fisico e ambientale, carenze di servizi, scarsa coesione sociale e marcato disagio abitativo. Implicano un intervento coordinato tra diversi soggetti pubblici (Comuni, Regioni e Stato) e tra pubblico e privato. Fondamentale è il coinvolgimento diretto dei soggetti locali, primi fra tutti gli abitanti.

Conduttrici: dr.ssa Paola Pellegrino

In Evidenza

  1. AI CENTRI ANTIVIOLENZA SOLO LE BRICIOLE

    Ai centri antiviolenza solo le briciole dei finanziamenti stanziati: e il resto dei fondi a chi? Tre mila euro l’anno per due anni: e’ quanto il Governo intende assegnare a ognuno degli storici Centri antiviolenza e...
  2. LA CARTA DEI DIRITTI

    Donne & Futuro vuole una citta’ senza donne discriminate nel lavoro e nella rappresentanza politica. LEGGI LA TUA CARTA DEI DIRITTI!

News

  1. Cercasi personale specializzato

    La crescita delle richieste di aiuto ci ha fatto decidere di rafforzare numericamente la nostra equipe; in particolare: se sei una psicologa o una psicoterapeuta o una councellor potrai far parte dell’equipe che svolge la prima...


UNITI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Vogliamo una società senza donne offese e sfigurate
nel corpo e nell’anima, umiliate e uccise per mano degli uomini.

 

DONNE&FUTURO
© 2011 Donne&Futuro o.n.l.u.s. Tutti i diritti riservati – Cookie Policy

Concept AstudioF | Design PSWEB | Sviluppo IoSviluppo.net di Roberto Calabrese

DOVE TROVARCI

Via Barbaroux n. 31 (angolo Via Stampatori)
10121 TORINO

Orari: dal lunedì al venerdì:
mattino dalle ore 9,30 alle 12,30
pomeriggio dalle ore 15,30 alle 18,30

telefono e fax: 011 51 87 438
(segreteria telefonica 24 ore su 24)
info@donnefuturo.com